081 8233410 info@demetraform.it

Concorso Primaria - Infanzia 2019

Secondo quanto comunicato di recente dal Ministro Bussetti, a maggio sarà reso disponibile il bando per il concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria.  I posti banditi saranno circa 16.000 su tutto il territorio nazionale.

I REQUISTI RISCHIESTI:

I requisiti che permetteranno l’accesso al concorso saranno:

  • diplomamagistrale e diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguiti entro l’a.s.2001/02,

oppure

  • laurea in Scienze della formazione primaria o titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia

Il titolo di specializzazione sarà necessario solo per i posti di sostegno.

Non è richiesto servizio di insegnamento per l’accesso.

PROVE CONCORSUALI:

Il concorso si baserà su tre prove, ossia:

  • prova pre-selettiva(prevista solamente nel caso in cui le domande di partecipazione siano superiori a tre /quattro volte il numero dei posti, così come indicato nel parere espresso dal CSPI nella seduta del 16 Gennaio.)
  • prova scritta
  • prova orale

Inoltre l’assegnazione dei posti avverrà anche su valutazione dei titoli del candidato.

Qualora si rendesse necessaria la prova preselettiva essa sarà computer based e sarà la stessa per tutto il territorio nazionale. I contenuti della prova riguardano le capacità logiche, di comprensione del testo, di conoscenza della normativa scolastica.

Una volta superata la prova preselettiva si passerà alla prova scritta che avrà durata 180 minuti; quest’ultima sarà così strutturata:

  1. Per i posti comuni saranno previsti due quesiti aperti sulle tematiche disciplinari culturali e professionali della scuola primaria e dell’infanzia.
  2. Per i posti di sostegno, invece, i due quesiti aperti verteranno sulle metodologie didattiche da applicarsi agli alunni con disabilità.

Inoltre sia per i posti comuni che di sostegno, ci saranno otto quesiti a risposta chiusa per verificare la lingua inglese di livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Terza, ed ultima prova, è quella orale a cui si accede previo superamento di quella scritta.

La prova orale per i posti comuni, della durata di 30 minuti, sarà finalizzata ad accertare la preparazione del candidato e consiste nella progettazione di un’attività didattica comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC.  (contenuti dell’Allegato A)

Per quanto riguarda i posti sul sostegno, invece, la commissione esaminatrice dovrà accertare, oltre che le conoscenze esplicitate nell’ allegato A, anche la preparazione del candidato nelle attività di sostegno agli alunni con disabilità.

VALUTAZIONE DELLE PROVE:

Vediamo nel dettaglio come saranno valutate le prove del concorso:

Il punteggio massimo che può essere assegnato dalle commissioni al candidato è di 100 punti, così suddivisi:

  • 40 per la prova scritta;
  • 40 per la prova orale;
  • 20 per i titoli.

Per quanto concerne la valutazione prova pre-selettiva è opportuno specificare che il punteggio conseguito non è utile ai fini della graduatoria finale. Nello specifico ad ogni risposta esatta sarà assegnato 1 punto, mentre 0 punti alle risposte errate o non date.

Alla prova scritta la commissione può assegnare un punteggio massimo di 40 punti, la prova si ritiene superata con un punteggio minimo di 28/40

Ad ognuno dei due previsti quesiti a risposta aperta è assegnato un punteggio tra 0 (zero) e 18, che sia multiplo intero di 0,5.

Al quesito in lingua inglese, articolato in otto domande a risposta chiusa, è assegnato un punteggio compreso tra 0 e 4, corrispondente a 0,5 punti per ciascuna risposta esatta.

In fase di valutazione della prova orale la commissione potrà assegnare un punteggio massimo di 40 punti, anche in questo caso il punteggio minimo ammesso ai fini del superamento è di 28/40.

VALUTAZIONE DEI TITOLI:

La commissione può assegnare ai titoli culturali e professionali un punteggio massimo di 20 punti.

Vengono valutati i seguenti titoli:

  • Superamento di tutte le prove di precedenti concorsi pubblici:
  • Per la medesima classe di concorso: 15 punti
  • Per altra classe di concorso o tipologia di posto: 5 punti
  • Dottorato di ricerca: 15 punti
  • Diploma di laurea o laurea specialistica ulteriori rispetto al titolo di accesso all’abilitazione: 6 punti
  • Diploma di specializzazione universitario di durata pluriennale: 4,5 punti
  • Titolo di specializzazione sul sostegno (non viene valutato se titolo di accesso al concorso): 6 punti
  • Certificazioni linguistiche di livello almeno C1 in lingua straniera:
  • C1: 6 punti
  • C2: 9 punti
  • Diploma di perfezionamento post diploma o post laurea, master universitario di I o II livello, corrispondenti a 60 CFU: 1,50 punti
  • Servizio di insegnamento prestato sullo specifico posto/classe di concorso:
  • Per i primi 2 anni di servizio: 2 punti
  • Dal terzo anno di servizio: 5 punti
  • Servizio di insegnamento prestato su altra classe di concorso o tipologia di posto rispetto a quella per la quale si procede alla valutazione:
  • Per i primi 2 anni di servizio: 0,80 punti
  • Dal terzo anno di servizio: 2 punti